Panna cotta alle mandorle, con confit di pesche allo sciroppo d’acero

Panna cotta con pesche.Questo dessert e’ nato dalla necessita’ di usare tre belle pesche che erano nella mia ciotola della frutta da due giorni ed erano ben mature e profumate. Avrei potuto fare una semplice panna cotta, ma perche’ non complicarsi un po’ la vita e non farla alla mandorla, che si sposa cosi’ bene col profumo delle pesche?

Questa panna cotta inaugura anche la mia prima volta nell’usare l’agar agar, di solito uso gelatina in polvere o in fogli. Devo dire che ne sono rimasta molto soddisfatta, non solo, e’ anche piu’ facile da usare della gelatina! Per mezzo litro di liquido ho usato 4 gr di agar agar perche’ volevo una panna cotta ben soda in modo da potere usare lo stampino. Se invece volete servirla in bicchierini potete usare 2 gr di agar agar per mezzo litro di liquido e la panna risultera’ piu’ morbida. Questa ricetta e’ per 4 porzioni.

PER LA PANNA COTTA

Panna liquida, 250 ml
Latte di mandorla, 250 ml
Granella di mandorle, 50 gr, leggermente tostata
Zucchero, 100 gr
Agar agar, 4 gr (circa 4 cucchiaini)
 
In un pentolino portate ad ebollizione la panna, poi spengete il fuoco, aggiungete le mandorle, coprite il pentolino e lasciate infondere per 20-30 minuti.
In un altro pentolino versate il latte e lo zucchero, mescolate a fiamma bassa fino a quando non si e’ sciolto lo zucchero. Versate la panna, passandola da un colino a trama fitta. Ora aggingete l’agar agar e mescolate bene, assicurandovi che non rimangano grumi. Alzate il fuoco a fiamma media e, a partire da quando bolle, contate 3 minuti. Mescolate continuamente. Versate negli stampini e mettete in frigorifero per 5-6 ore fino al completo rassodamento.
 

PER IL CONFIT DI PESCHE

Sciroppo d’acero, 50 gr (in alternativa miele)
Zucchero, 50 gr
Pesche, 200 gr (circa 2), tagliate a cubetti piccoli
 
Mescolate lo sciroppo e lo zucchero in una padella, a fiamma bassa, fino a quando lo zucchero non si e’ sciolto. Aggiungete le pesche e a fiamma media, mescolando continuamente, cuocete per 6-8 minuti, fino a quando le pesche sono morbide e sciroppate. Lasciate raffreddare in un recipiente di vetro coperto. Si puo’ fare anche il giorno prima e tenere in frigorifero.
 

PER DECORARE (facoltativo)

Fette di pesca
Mandorle a fette, leggermente tostate
 
 
 

 Se vi piace la panna cotta potebbe anche piacervi questa ricetta:

Panna cotta rosmarino e curd

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Dolci, Dolci al cucchiaio e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Panna cotta alle mandorle, con confit di pesche allo sciroppo d’acero

  1. asilannablu ha detto:

    che delizia Giulia..complimenti davvero!

  2. mmmh wow, sai che mi hai fatto pensare al blanc manger?
    una ricetta che da anni voglio provare e chissà perché ancora non ho fatto…deve essere stata delicatissima questa tua panna cotta…le mandorle, oh le mandorle!
    brava, come sempre 😉
    un abbraccio
    Lou

  3. Elena ha detto:

    Giulia ma che prelibatezza, fresca e delicata, qui fa ancora caldo e sarebbe perfetta! Un bacione

  4. meravigliosa come ogni cosa che fai! complimenti! non molto tempo fa ho fatto anch’io una panna cotta alle mandorle coì deliziosa che ne mangerei in continuazione!

  5. cakegardenproject ha detto:

    Giulia, questo dolcetto al cucchiaio è da avvolgimento extrasensoriale …….. !

  6. supercaliveggie ha detto:

    W l’agar agar (ed il latte di mandorle!) 🙂

  7. Chiara ha detto:

    Buone e anche bellissime da vedersi! Un bacetto

  8. Una ricetta molto elegante. Deve anche essere squisita.

  9. Federica ha detto:

    Che buona!! Anch’io ho usato spesso il latte di mandorla ultimamente, se vuoi scoprire dove, passa a dare un’occhiata! Un baciooooo

  10. manola ha detto:

    Presentazione del dolce molto bella e chissá che gusto…divine…la provo subito 🙂

    • Giulia ha detto:

      Ciao Manola, ti ringrazio! Certo che quel piatto dell’Ikea e’ proprio adatto per questo tipo di presentazione, l’avevo trovato a sconto l’anno scorso. Grazie mille, e fammi sapere se lo rifarai e se ti piace. Abbraccio e buon weekend!
      Giulia

  11. Francesca ha detto:

    Mi ispira tantissimo… per gli ingredienti scelti, la forma, i colori, le foto… 🙂 Devo sbrigarmi prima che spariscano le pesche dai mercati!

Tu che ne pensi? Dimmi, dimmi !!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...