Una merenda coi fiocchi … di ricotta!

ricette con la ricottaI miei viaggi annuali in Italia sono uno shock sia all’andata che al ritorno.

All’arrivo, esco dall’aereoporto e vedo solo erbacce che crescono sui marciapiedi, giardini secchi e non curati, gente che urla, macchine parcheggiate in seconda e terza fila, graffiti sui muri delle case, intonaci che cadono. Mi chiedo come possano gli Italiani, cosi’ intrinsicamente proni ad apprezzare il bello, a vivere in una terra cosi’ malandata.

Al ritorno invece, colta dalla nostalgia, salgo sull’aereo e dell’Italia ricordo solo la vegetazione rigogliosa e profumata, le siepi di alloro e roseti nei giardini, la personalita’ calorosa e spontantea delle persone, i meravigliosi monumenti del nostro patrimonio culturale e storico, i sapori di una terra fertile, il clima mediterraneo. E scappa la lacrimuccia.

Uno dei sapori che e’ quasi introvabile qua negli States e’ quello della ricotta. Esiste nei supermercati, ma quasi non sa’ di ricotta ed e’ molto piu’ asciutta di quella che si trova in Italia. Dunque, a una settimana dal ritorno dall’Italia, ecco che provo a rifarla, con un risultato davvero ottimo!

ricotta fatta in casaIn realta’, non si tratta tecnicamente di una ricotta vera e propria (ottenuta appunto ri-cuocendo il siero di latte ottenuto durante la produzione di formaggio) bensi’ di una coagulazione di latte e panna, un metodo che e’ fattibile in casa, molto veloce e semplice.

Ecco gli ingredienti che ho usato:

 
Latte fresco intero di qualita’, 1,5 lt
Panna fresca di qualita’, 300 gr
Succo di limone, 30 gr
Sale, 3 cucchiaini
 

Questa ricetta si presta bene ad essere variata e personalizzata, per esempio:

– si puo’ variare la percentuale di panna, di piu’ per una ricotta piu’ ricca e cremosa, meno per una ricotta piu’ leggera;

– si possono usare altri tipi di latte per esempio di capra, pecora o bufala;

– si puo’ usare aceto bianco o aceto di mele al posto del limone, oppure anche meta’ limone e meta’ aceto;

– si possono aggiungere erbe e piu’ sale nel latte per otterere una ricotta profumata e saporita;

– alcune ricette prevedono l’aggiunta di un cucchiaino di zucchero per dare un tocco di dolce.

PROCEDIMENTO:

1) Mescolate il latte, la panna ed il sale in una pentola, poi portate appena a bollore e togliete immediatamente dal fuoco (oppure con un termometro da cucina misurate una temperatura di 90°C). Mescolate spesso il modo che non si formi la pellicina sulla superficie. Mentre il latte riscalda, coprite un cestino da ricotta (io ho usato il cestino dell’asciuga insalata oppure potreste usare un colino a trama fine) con una garza da formaggi.

2) Quando il latte e’ pronto, versate il limone, mescolate e lasciate intiepidire nella pentola per 15 minuti. Ora versate la cagliata ottenuta nel cestino direttamente dalla pentola o usando un mestolo. Fate cio’ sopra una grande ciotola in modo da raccogliere tutto il liquido che ne’ derivera’ (latticello- vedi qui sotto per altri usi).

3) Lasciate che la ricotta perda liquido e si “asciughi” e compatti per circa due ore, a temperatura ambiente. Potete toglierla dal cestino (se volete), coprirla e metterla in frigorifero per raffreddarla. Questa ricotta fresca dovra’ essere consumata entro 2-3 giorni.

cosa e' il buttermilkIl liquido che rimarra’ dalla produzione di questa ricotta e’ il latticello. Notate bene: il buttermilk americano e’ diverso da questo latticello, nonostante la traduzione buttermilk=latticello sia corretta. Se avete libri di ricette americani che usano il buttermilk sappiate che la sua consistenza e’ molto piu’ densa, quasi come lo yogurt da bere, perche’ vengono aggiungi fermenti lattici. Il latticello ottenuto dalla produzione domestica della ricotta ha la consistenza del latte scremato.

Ad ogni modo, non buttate via questo latticello ricco di proteine, ecco alcune idee per usarlo:

– usatelo al posto del latte in uno shake, gradiranno in particolar modo coloro che vanno in palestra e hanno bisogno di proteine quando hanno finito;

– congelatelo negli stampi di cubetti di ghiaccio e usatelo come ghiaccioli in un drink fruttato;

– usatelo al posto del latte scremato in una ricetta per dolci (non una ricetta che prevede il latte intero perche’ altrimenti non avrete abbastanza percentuale di grassi nella formula);

– bevetelo cosi’ come e’, freddo di frigo, il suo sapore leggermente acidulo e’ rinfrescante specialmente d’estate;

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Sweets & Varie Dolcezze e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

24 risposte a Una merenda coi fiocchi … di ricotta!

  1. tiziana ha detto:

    proprio così Giulia, l’Italia è piena di difetti ma è una splendida terra, sono orgogliosa di essere nata qui perchè in fatto di arte, cibo, moda.. siamo grandi e questo mi piace molto, anche se adoro viaggiare e non disdegno altri posti che a loro volta hanno aspetti magnifici!! ma dove abiti in Italia?? detto questo io non potrei vivere senza la ricotta.. è il formaggio che amo di più è versatile e si presta per tantissime ricette, anche io voglio provare a farla, grazie della ricetta! un bacione ciao ciao

  2. vavi78 ha detto:

    IO sono solo al mio primo rientro ma ho avuto sensazioni molto simili, non so ancora quelle della ripartenza.
    Ottima la ricetta della ricotta da provare perche’come dici tu alcuni sapori non si riesco proprio a trovare. Se posso la garza da formaggi dove l’hai trovata? E in Inglese come si chiama?

    • Giulia ha detto:

      Ciao Vavi e piacere di conoscerti! Ho capito bene, sei nel Texas? Che calduccio costi’ in questi giorni eh?
      La garza da formaggi l’ho trovata sorprendentemente al super qui vicino (una catena di Chicago) ed e’ costato solo 1.99 $ !! Se non la trovi prova da Sur La Table o William Sonoma. Si chiama cheese cloth.
      Abbracci da qua, Giulia

  3. L’ha ribloggato su Kitchlove. A fuoco lentoe ha commentato:
    bella ricetta e buone idee

  4. rcavallaretto1 ha detto:

    Bella questa ricettina, soprattutto fresca….da fare!

  5. pachulli ha detto:

    Bellissima idea.
    E’ proprio vero… i sapori della nostra amata e odiata terra non si ritrovano quasi mai all’estero, se non in imitazioni mal riuscite.
    Quando vivevo in germania avevo il tuo stesso “problema”, ma essendo a pochi km dall’Italia ogni tanto la scappatella cibaria ci stava!

    • Giulia ha detto:

      Eh si, dalla Germania si fa “alla svelta” a tornare in Italia per fare rifornimenti! Qua sono MOLTO piu’ difficili da trovare gli ingredienti autentici!

  6. No va beh.. Da provare assolutamente!!! Amo la ricotta!!!

  7. Federica ha detto:

    è da tanto che voglio provare a fare la ricotta fatta in casa e la tua ricetta mi sembra ottima! Ti farò sapere il risultato 🙂 Un bacio, Fede

  8. questa ricetta sa proprio di casa e sotto sotto mi fa essere fiera di vivere in un Paese che è il numero uno al mondo in fatto di cibo e materie prime. Grazie per il procedimento.

    • Giulia ha detto:

      Ehila’ Roberta! Guarda hai ragione, il cibo cosi’ buono come in Italia non si trova! Oddio, si trova qua, ma a dei prezzi allucinanti! In Italia invece ho notato, che anche le sottomarche non sono male.

  9. rieccoti a casa…o nella seconda casa… in ogni caso ben tornata cara! che rientro goloso ci proponi! devo segnarmela e guardarmela con tutta calma qs tua ricetta perchè a dir poco mi entusiasma!!!

    • Giulia ha detto:

      Elena, ciao! Nonostante la nostalgia dell’Italia fa sempre piacere tornare a casa propria, specialmente nella mia cucina! Grazie di essere passata, un abbraccio!

  10. supercaliveggie ha detto:

    Anche a me la ricotta è uno degli alimenti che manca di più, soprattutto al ritorno dalla Sicilia!!! Bentornata a te e grazie per questa ricetta, mi aiuta a riprendermi dallo shock del rientro! baci

  11. una bellissima idea. Io amo la ricotta e proverò a farla.

  12. Isabel ha detto:

    Allora facciamo il contrario: devo centellinare la mia cheese cloth che in Italia non si trova! E usare con parsimonia la mia pure vanilla extract! In effetti in USA mancano gli ingredienti che in Italia sono standard, come la ricotta, il parmigiano (parmesan…!??!) e la mozzarella, solo per fare qualche esempio. Ottima idea farsi la ricotta in casa
    Ciao
    Isabel

Tu che ne pensi? Dimmi, dimmi !!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...