Torta alle susine e mandorle

torta di compleannoCome molti di voi già sanno, le mie visite in Italia si riflettono sul blog in tante maniere. Per primo, scrivo molti meno post perchè sono molto indaffarata visitando amici e parenti e godendomi la madre patria. Secondo, perchè, come vedete, i miei accenti sono tutti corretti, avendo a disposizione una tastiera italiana. Terzo, perchè immancabilmente mi lamento della cucina e degli attrezzi da cucina della mamma. Non so capacitarmi come questa santa donna di mia mamma possa sfornare le sue delizie in una cucina così piccola e senza la mia adorata planetaria gialla Kitchen Aid!

La scorsa settimana, per il compleanno del Babbo, ho provato a fare una torta che avevo visto sul libro nuovo della Martha, Martha’s American Food. L’unico problema è che non avevo nè pinoli, nè zucchero bruno, nè la forma giusta (li avrei avuti tutti nella mia cucina a Chicago)! Dunque, vi propongo la mia versione du jour che è venuta buonissima nonostante le dovute variazioni.

La torta è composta da tre strati di bontà divina. Il primo è l’impasto con le susine che useremo come base, il secondo è uno streusel con mandorle. A metà cottura dei primi due strati aggiungeremo il terzo, che Martha chiama crumb topping.

PER LO STREUSEL

Burro freddo, 45 gr, non salato
Zucchero, 80 gr
Miele, 20 gr (un cucchiaio colmo)
Mandorle, 60 gr, leggermente tostate
Sale, un pizzico
 
Tagliate a pezzettini le mandorle, poi unitele al resto degli ingredienti. Mescolate con una forchetta fino a quando non otterrete delle briciole. Ponete in frigo.
 

PER IL CRUMB TOPPING

Farina, 200 gr
Burro, 170 gr, non salato, ammorbidito
Zucchero a velo vanigliato, 100 gr
Sale, un pizzico
 
Unite tutti gli ingredienti in una ciotola. Con due coltelli mescolate tagliando il burro nella farina, fino a quando non otterrete un composto granuloso e piuttosto omogeneo. Ponete in frigo.
 

PER L’IMPASTO PER LA BASE

Burro, 170 gr ammorbidito
Farina, 315 gr, setacciata
Lievito in polvere per dolci,  2 cucchiaini
Biscarbonato di sodio, 1 cucchiaino
Sale, mezzo cucchiaino
Zucchero, 280 gr
Uova grandi, 3, a temperatura ambiente
Yogurt intero denso, 370 gr, a temperatura ambiente
Susine, 340 gr, denocciolate e tagliate a cubetti (circa 4)
Essenza di vaniglia, 1 cucchiaio colmo
 
Pre-riscaldate il forno a 190°C. Imburrate e infarinate una teglia da dolci del diametro di 26 cm. In una ciotola mescolate la farina, il lievito, il bicarbonato e il sale.
 
Nel mixer ammorbidite bene il burro poi aggiungete lo zucchero e mescolate almeno 3 minuti. Ora aggiungete le uova, una ad una, e la vaniglia, amalgamando dopo ogni aggiunta. Assicuratevi di avere incorporato tutti gli ingredienti, anche quelli che si sono attaccati alle pareti della ciotola del mixer, poi, ad alta velocità, montate l’impasto con le uova per 4-5 minuti per ottenere un composto chiaro e spumoso.
 
Adesso incorporate la mistura di farina, alternandola allo yogurt. Mescolate quanto basta, ma non un secondo più del necessario. Ora aggiungete anche le prugne, a mano e delicatamente per non smontare l’impasto.
 
Versate il tutto nella teglia, copritene la superfice uniformemente con lo streusel e infornate. Dopo 30 minuti, quando vedrete che la superfice si è addensata, aggiungete anche il crumb topping, coprendo tutto il dolce. Infornate nuovamente, per circa altri 30-40 minuti, fino a quando la superfice non sarà bene abbronzata.
 
Fate la prova dello stecchino per vedere se è pronto. Togliete dal forno e lasciate raffreddare nella teglia prima di rimuovere. Spolverate poi con zucchero a velo.
 
Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Dolci e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

36 risposte a Torta alle susine e mandorle

  1. Valentina ha detto:

    Ciao Giulia! Non sapevo tu fossi in Italia, che bello! Ahahahah mi hai fatto morire… anche io non immagino la mia vita senza planetaria ahahahah! 😀 😉 Questa torta è una delizia, deve essere buonissima…. prendo nota 😉 Complimenti e un abbraccio forte! Buon inizio settimana! :**

    • Giulia ha detto:

      Vale, un abbraccio forte anche a te! Bè anche tu fai parecchi dolci, ci verrebbero a entrambe i bracci come braccio di ferro se facessimo tutto a mano!! 😉

  2. stravagaria ha detto:

    Ho letto da Twitter che sei impegnata ad immagazzinare sapori italiani 🙂 a me questa torta sembra sontuosa anche in questa versione casereccia, anzi ti dirò che mi hai fatto venir voglia di farla visto che nella mia cucina ho solo le attrezzature base e così mi sembra di “giocare” alla pari… Scherzo;) un bacione
    Però la kitchen aid gialla non l’ho mai vista, rossa sì ed anche acciaio… Chissà che bella che è!

    • Giulia ha detto:

      Si guarda, sono tre mattine che vado al bar e mi si strabuzzano gli occhi davanti alle briosce, le sfoglie, i cornetti etc! troppo irresistibili col cappuccio!! Mi pare che la kitchen aid gialla sia un modello di base, forse cercando a giro la trovi. Mi piacerebbe averla in acciaio, ma la mia, dopo 12 anni, è ancora nuova, perciò non ho scuse per comprarne un’altra (sono anche un pò costosine, ma ne valgono la pena!)

  3. marialarese ha detto:

    meraviglia .. hahaha, bisogna proprio comprarla questa planetaria insomma… iniziero a pensarci anche io.. nel frattempo ti offro la ricetta della zuppa inglese se mi fai visita 🙂 buon we, besos

  4. dolcipensieri ha detto:

    ciao
    e come si fa a vivere senza planetaria??? e ma si sa che le mamme hanno una marcia in più!!! auguri al babbo e complimenti per la torta: le mandorle troppo buone nei dolci!!!! baci

    • Giulia ha detto:

      le mamma hanno dei segreti che non ci vogliono dire! ma io dico, anche le nonne come avranno mai fatto a fare dolci così buoni senza neanche un mixer o una planetaria? Guarda che ci vuole davvero olio di gomito a fare certi dolci a mano!!!

  5. la Greg ha detto:

    deve essere deliziosa…anche io ho comprato un libro di Martha Stewart ed ho trovato delle ricettine fantastiche!
    non appena arrivano le prugne la proviamo…

    ciao
    Silvia

  6. Imma ha detto:

    E’ meravigliosa tesoro è una torta splendida un po rustica e tanto golosa, non vedo l’ora di prepararla e te la sei cavata alla grande anche con gli attrezzi di mamma:D!!Bacioni,Imma

  7. ma la mamma è sempre la mamma! 😉
    grazie per questa delizia anche se sei in vacanza! 🙂
    io me la godo tutta!!!!

  8. Accidenti! Ti mancava l’attrezzatura ma il risultato pare davvero buonobuonobuono! Dai l’Italia da punto di vista culinario è la numero 1, la Stewart rimandala al ritorno in America 😉
    bacioni

  9. Giuliana ha detto:

    golosissima davvero questa torta, da rifare assolutamente! Grazie di averla condivisa…

  10. Questa torta sarà deliziosa come al solito, ma i tuoi in che regione d’Italia vivono visto che hai trovato di già le susine? Nel mio blog c’è il post della apple pie che io e mia figlia abbiamo fatto seguendo la ricetta di Martha Stewart. Un bacione e goditi la tua permanenza a casa!! Ah, tanti auguri al tuo papà:

    • Giulia ha detto:

      Ciao Silvana, io sono a Firenze, le susine le ho trovate all’esselunga. Devo dire che non erano molto dolci ancora…vengo a trovarti per vedere il tuo post, bacio!

  11. rcavallaretto1 ha detto:

    Ciao Giulia, bella questa versione. Pensa che io sabato ho preparato una cheesecake, ma non ho potuto pubblicarla in quanto le batterie della mia macchina fotografica si sono scaricate. La rifarò a breve con le fotografie, e un dolce di mia invenzione, ma anche la tua torta, oltre che bella deve essere buonissima. Da condividere!

  12. tiziana ha detto:

    ma dai.. sei in patria!!!! magnifico.. anche io quando vado da mia mamma sento la mancanza dei miei attrezzi!!! però di certo la torta è riuscita meravigliosamente bene, leggendo al ricetta mi è venuta l’acquolina!!!! un bacione

  13. paneamoreceliachia ha detto:

    Stupenda la torta. Io ho la planetaria da poco e si è fatta amare da subito, pazzamente…ti auguro un buon soggiorno italiano e a presto! Ellen

  14. gotasté ha detto:

    This is baked to perfection! I would love to have a share 🙂

  15. Ma che fetta invitante, grande Giulia, mi piace tanto questa tua torta
    Tiz

  16. elisabettapendola ha detto:

    goditi tutta l’italia che puoi, e poi dimentica… 😉

  17. supercaliveggie ha detto:

    Ben rimpatriata! Io parto la prossima settimana! 🙂 ma a cucinare a casa non ci penso nemmeno, mi faccio coccolare e viziare, tu sì che sei brava!!!!

    • Giulia ha detto:

      Tutte le expat mi stanno dicendo la stessa cosa, che non si alza un dito quando siamo in Italia! Ma ci stiamo scordando come fare a cucinare italiano? 😉

  18. MartinaNYC ha detto:

    Goditi l’ Italia Giulia!!! Io sono bloccata negli USA fino ad Ottobre causa visto 😦 Che brava che sei a preparare un dolce per il tuo papa’, io quando torno a casa non alzo un dito…!

    • Giulia ha detto:

      Ehilà Martina! Neanche io alzo un dito, ma con la mamma a lavoro, almeno una tortina la dovevo fare, no? giusto per festeggiare! Mannaggia questi visti! Chissà quanti documento ho dovuto fare anche io nel corso degli anni, menomale non ci devo più pensare!

Tu che ne pensi? Dimmi, dimmi !!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...