Dolci Regionali: Il King Cake di New Orleans

king cake con nociSe c’e’ una citta’ che proprio vorrei visitare negli USA e’ New Orleans, la citta’ incastonata fra l’oceano, i laghi e il fiume Mississippi. Ho gia’ visto New York ovviamente, ed anche Washington, Boston, poi Santa Fe e San Francisco sull’altra costa. Ce ne sono tante altre che vorrei vedere ma New Orleans e’ in cima alla mia lista, anche perche’ voglio godermela adesso che e’ stata tutta risistemata dopo la devastazione dell’uragano Katrina.

architettura new orleans

Il suo fascino deriva dalle sue origini un po’ francesi, un po’ creole, dalla sua famosa ed unica architettura e la sua cucina. New Orleans e’ anche il luogo dove e’ nato il jazz.  … ah, giusto! e’ anche rinomata per il carnevale, ma penso che non ci fosse bisogno di menzionarlo! Se siete curiosi e volete piu’ informazioni riguardo New Orleans vi consiglio i siti che elenco in fondo al post. Sono gli stessi siti dai quali ho preso queste immagini.

citta' di new orleans

In onore di New Orleans, ed anche per partecipare al carnevale, ho pensato di realizzare il famoso King Cake. Esistono molte varianti nel mondo di questo dolce. Le sue origini sono centro europee. Nella Francia del nord il Gallete des Rois e’ una sfoglia riempita di frangipane, nella Francia del sud l’impasto e’ una brioche con l’aggiunta di frutta candita. Qui e’ un lievitato arrotolato, decorato con zucchero colorato o glassa colorata nei colori del carnevale. In Europa viene consumato durante il periodo della Befana, infatti il nome deriva dai Re Magi. A New Orleans invece e’ tipico farlo durante il periodo del Carnevale, che viene celebrato a partire dalla notte di Befana fino al martedi’ grasso.

traghetto sul mississippi

La ricetta che vi propongo e’ una delle piu’ tradizionali e viene direttamente dal libro di Warren Brown. Come vedete ho usato i colori tipici del carnevale di New Orleans per decorarlo: il viola che rappresenta la giustizia, il verde che significa fede, l’oro che rappresenta potere. La versione piu’ semplice del King Cake e’ riempita con della cannella,  le versioni piu’ elaborate includono crema pasticcera, pralinato di pecan, formaggino, frutta candita. Warren suggerisce una farcia con pecan e cannella che mi e’ piaciuta molto.  Tradizionalmente dentro il King Cake viene nascosta una piccola statuetta di Gesu’ Bambino; chi la trova viene nominato Re o Regina. Guardate un po’ qua come vengono venduti i King Cakes al dettaglio.

carnevale di new orleans

Il dolce e’ venuto buonissimo, sofficissimo. L’impasto non e’ molto dolce percio’ tutto quello zucchero sopra non rovina il cake. L’unica cosa che suggerirei a Warren e’ di cambiare le istruzioni per piegare l’impasto. Lui dice di piegarlo in due e poi rotolarlo. Come vedete pero’ in tale maniera non viene una bella chiocciola di ripieno dentro il dolce, ma rimane sul lato. Io consiglio di arrotolarlo subito su se stesso.

dolce di carnevale

PER L’IMPASTO

Lievito di birra attivo in polvere, 7 gr
Acqua, 60 gr, riscaldata a 45ºC
Burro, 80 gr, fresco e tagliato in cubetti di circa mezzo cm
Zucchero, 60 gr
Sale, un pizzico
Latte, 60, caldo, non bollente
Uova grandi, 2, mescolate con una forchetta
Farina, 400-430 gr
 
Inoltre:
Uovo, 1
Estratto di vaniglia, 1 cucchiaino
Rum scuro, 1 cucchiaino
Zucchero di canna, q.b.
 
Unite il lievito e l’acqua nella ciotola del mixer, lasciate riattivare il lievito per 5 minuti. Aggiungete il burro, lo zucchero, il sale, il latte e le uova nella stessa ciotola e mescolate a velocita’ bassa per venti secondi, con la frusta piatta. Non sara’ ben amalgamato ma va bene lo stesso. Seguitando a mescolare, aggiungete la farina un poco alla volta. Fermatevi quando otterrete un impasto soffice.
 
Impastate lentamente su un piano infarinato per circa 5 minuti, aggiungendo via via farina se necessario. Mettete l’impasto in una ciotola che avrete unto con poco olio, coprite con un panno pulito e poi lasciate che l’impasto lieviti per un’oretta a temperatura ambiente, fino a quando non sara’ raddoppiato in volume. Nel frattempo preparate la farcia (vedi qui sotto).
 
Accendete il forno a 160°C. Prendete l’impasto e stendetelo su della carta da forno leggermente infarinata, che avrete posto su una teglia grande da forno. Cercate di creare un rettangolo di dimensioni di circa 15X45 cm. Spalmateci sopra la farcia, lasciando un bordo di circa 5 cm tutto intorno. Arrotolate l’impasto sul lato piu’ lungo, ottenendo un rotolo di 45 cm. Ora formate un cerchio chiudendo delicatamente il lati del rotolo.
 
Coprite la corona con della pellicola, poi lasciatela lievitare nuovamente finche’ non raddoppia nuovamente in volume, poco meno di un’ora. Spennellate bene tutta la superficie con l’uovo mescolato all’essenza di vaniglia e il rum, poi aggiungete un po’ di zucchero. Infornate per circa 30 minuti fino a quando il dolce non sara’ ben dorato. Raffreddate completamente prima di decorare.
 
 

PER LA FARCIA

Noci pecans (o standard), 100 gr, granella grande
Zucchero di canna, 50 gr
Miele o melassa, 15 gr (circa un cucchiaio)
Rum scuro, 1 cucchiaio
Cannella, 1 cucchiaino
Sale, una puntina
 

PER DECORARE

Zucchero a velo, 30 gr
Essenza di vaniglia, 1 cucchiaino
Latte, q.b.
Zucchero colorato, viola, verde, giallo
 
Mescolate 30 grammi di zucchero a velo con un con l’essenza di vaniglia e abbastanza latte da formare una crema molto densa. Versatela sul King Cake e decorate a piacere con lo zucchero colorato.

 

http://www.mardigrasneworleans.com/
http://www.neworleansonline.com/
http://www.experienceneworleans.com/
http://www.steamboatnatchez.com/
http://www.graylineneworleans.com/
 

Altri dolci regionali statunitensi che vi potrebbero interessare:

cheesecake di chicago

dolce del texas

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Dolci, Dolci Regionali e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

53 risposte a Dolci Regionali: Il King Cake di New Orleans

  1. stravagaria ha detto:

    Bellissimo nei colori, con una decorazione che non mi era mai capitato di vedere!

  2. supercaliveggie ha detto:

    New Orleans è anche sulla mia lista! Non sapevo nulla del Carnevale che si festeggia lì, nè di questa meravigliosa torta che sulla cannella mi trova sempre d’accordo!!!

  3. Kety ha detto:

    Ciao Giulia! Che bello questo dolce!! Ma perchè continui a fare cose bellissime TENTANDOMI ogni singolo giorno!?! ‘Gnerà che prima o poi lo provi… brava Chef !

  4. Valentina ha detto:

    Ciao Giulia! New Orleans deve essere stupenda, hai fatto venire voglia di visitarla anche a me! 😀 Intanto mi delizio con questo dolce bellissimo, allegro e goloso… chissà che buono! 😀 Complimenti e un forte abbraccio, buona giornata! :**

  5. noooo…che bella la tua king cake…l’avevo adocchiata da tempo e pensavo di farla per la befana ma poi ho lasciato stare…sei davvero bravissima, è perfetta e invitantissima! complimenti…i love your recipes!!!!

  6. Bellissimo il dolce…e dev’essere bella anche l’America, mi piacerebbe tanto visitarla…chissà se mai ci riuscirò!

  7. Marta ha detto:

    Bellissime foto…che voglia di viaggiare un po’…!!!
    …e ricette davvero invitante, da provare assolutamente!
    Saluti
    Marta

  8. Home, gnam & click ha detto:

    Bellissimo e variopinto di “GIUSTIZIA, FEDE e POTERE” il tuo King Cake! Bellissima idea!
    Complimenti!! 🙂

  9. Dulcis in fabula ha detto:

    Mi piace da morire … ogni colore un significato … avrei voluto farlo per l’epifania … ci hai messo dentro il bambinello? 🙂

  10. paneepomodoro ha detto:

    Che invidia! Tutte bellissime città che vorrei tanto visitare anche io, ma per il momento rimangono sogni dentro un cassetto che spero un giorno di poter aprire! New Orleans poi deve essere stupenda! Ho fatto il Roscon De Reyes per la befana e non sapevo che ci fosse un dolce simile nel mondo che venisse proposto per il carnevale! Lo zucchero sopra lo rende davvero allegro e invitante!

    • Giulia ha detto:

      e io non sapevo che esistessero versioni europee! figurati che io in Italia (dico in famiglia mia) per Befana ho sempre e solo visto calze, e per carnevale sempre e solo visto cenci e bomboloni. questo dolce l’ho scoperto qua e poi facendo un po’ di ricerca ho saputo che e’ di origine europea. the rest is history.
      piace anche a me l’allegria di questi colori, fanno proprio carnevale!

  11. Che bello questo tuo articolo Giulia! Interessantissimo e davvero stimolante per chi non avesse in mente questa meta! (ad esempio noi… 😀 )
    Grazie mille! E grazie anche per aver condiviso la ricetta di questo dolce che trovo davvero un bel mix tra le origini della città! E con dei colori che “più carnevale non si può!” !!
    ps: più tardi ti rimando la mail scomparsa… 🙂
    Baci!

  12. cristina ha detto:

    Ma che bello questo post ! Bello il tuo racconto iniziale, bella la ricetta che non conoscevo proprio

  13. Orchidea ha detto:

    Che bello colorato questo dolce… e adesso che che è l’ora della merenda mi fa venire un’acquolina in bocca!
    Ciao.

  14. Hai fatto venire a tutti la voglia di essere lì sul posto , che invidia ! , bellissimo questo dolce tutto colorato; Baci

  15. Mi piace questa torta americana che sa tanto di Carnevale e di fuochi di artificio. E New Orleans è nella lista dei posti da vedere. Brava, sai sempre come stupirmi!! bacioni

  16. Giulia che dire… quando vengo da te è come fare un tuffo oltreoceano e sognare ad occhi aperti!!
    stupendo questo cake, come tutte le altre ricette che vedo sempre dal cellulare e anche se non posso commentare penso ogni volta.. “ma quanto è brava ‘sta ragazza 😀
    anche il tuo cheesecake con aspic di arancia mi intriga assai.. me lo sparo alla prima occasione!
    un grande abbraccio
    Valeria

  17. Mi ha fatto molto piacere leggere di questa cittá, non la conosco e non avevo idea fosse un posto cosi’ interessante!…..e poi mi ha incuriosito che il viola sia il colore della giustizia! Gli zuccherini colorati rendono la torta davvero speciale, e poi sembra cosi’ soffice…..complimenti davvero. Un bacio, leti

    • Giulia ha detto:

      Grazie Leti! anche io non vedo l’ora di visitarla, mi sono spulciata quei siti che ho elencato in fondo al post e ci sono cosi’ tante cose da vedere e da fare. Io non avevo la piu’ pallida idea di cosa significassero questi colori, interessante eh?
      grazie, abbracci e buona notte!

  18. Daniela64 ha detto:

    Che foto splendide e che bei colori , tutto in sintonio con il tuo dolce favoloso, complimenti . Buona giornata Daniela.

  19. gotasté ha detto:

    This is not a cake but a state of art.

  20. cucinaincontroluce ha detto:

    Che meraviglia questo dolce, ha un aspetto bellissimo e originale!
    Bellissima la parte “documentario” del post, foto bellissime e contenuto affascinante di quello che è un angolo d’America che visiterei volentieri, l’America del cotone, della schiavitù, l’America che ha della storia da insegnare.
    Un bacio, Tatiana

    • Giulia ha detto:

      Grazie mille Tatiana! la parte “documentario” del posto e’ molto corta e certamente senza molto dettagli. L’idea era di dare al lettore l’ispirazione e poi navigare da solo per scoprire il resto.

  21. relaxingcooking ha detto:

    great post 🙂 Bello, belli i colori, e deve essere buonissimo ho un aspetto cosi invitante!
    Abbracci e buona giornata

  22. Dany ha detto:

    Bello questo dolce!!! fa proprio festa! lo segno eh!!!
    ciao Dany 😀

  23. zonzolando ha detto:

    Ciao carissima! Ma grazie per aver partecipato! Mi fa davvero tanto piacere! Adesso che siamo tornati ritorno anche io ai fornelli. New Orleans deve essere stupenda, ti auguro davvero di poter fare questa zonzolata al più presto! Bacioni!!

  24. Mimma Morana ha detto:

    Magnifico dolce!!! non potevi rendere meglio l’essenza di New Orleans , una città che sarà per sempre nel mio cuore…..nel rivedere le tue foto o rivissuto i giorni che ho trascorso lì…un sogno che mai dimenticherò…i colori, i profumi, la musica, l’atmosfera….una fiaba …..copio immediatamente questa ricetta e ti farò sapere!!! complimenti!!!!

Tu che ne pensi? Dimmi, dimmi !!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...