Un semplice torta al cacao

torta al cacao

Siamo andati a fare una scampagnata in un paesino qua vicino ed abbiamo fatto un piccolo tuffo nel passato. Il passato americano, non troppo remoto ma pur sempre storico ed interessante. Un passato che mi ha fatto venire tornar la voglia dei cibi semplici e genuini di una volta, non che i dolci piu’ moderni non possano essere semplici e genuini anch’essi!

Foto vecchia macchina da scrivere

Il pound (libbra) cake, l’avevo gia’ menzionato, si chiama cosi’ perche’ originariamente veniva preparato con un pound di farina, uno di zucchero, uno di burro e uno di uova. Era usato molto durante l’era coloniale perche’ la ricetta era facile da ricordare, ma, nonostante l’avvento di tecniche di pasticceria ed ingredienti moderni (per esempio il lievito in polvere), e’ ancora molto in uso da questa parte dell’oceano.

Foto soldati coloniali

foto aglio e zucca

Questo pound cake e’ davvero buono, un sapore leggero al cacao, morbido, non troppo dolce, un dolce perfetto per merenda o colazione, magari al posto del solito ciambellone e semplicemente spolverato con zucchero a velo o ricoperto di cioccolato. E’ anche adatto per essere farcito (mi viene in mente la nutella), coperto e decorato… perche’ usare sempre il solito pan di spagna?

Foto macchina togli mais

E’ importante seguire la procedura alla lettera per ottenere un dolce leggero. Mescolare l’impasto a lungo prima di aggiungere la farina incorporera’ tanta aria nelle uova, il che gonfiera’ il dolce nonostante l’assenza di lievito.

Foto lavori di un tempo

Foto animali da fattoria

INGREDIENTI

Burro, 160 gr, a temperatura ambiente
Zucchero, 160 gr
Uova, 160 gr (circa 3), a temperatura ambiente
Farina, 160 gr, setacciata
Essenza di vaniglia, un cucchiaino
Cacao in polvere, 40 gr, setacciato
Bicarbonato di sodio, mezzo cucchiaino, setacciato
Latte scremato, 100 gr, a temperatura ambiente
 

PROCEDURA

Accendete il forno a 180°C. Imburrate leggermente una tortiera di circa 23 cm (o una teglia da plum cake grande) e copritene il fondo e i lati con carta da forno.

Nella planetaria, con la frusta piatta, ammorbidite benissimo il burro, poi aggiungete lo zucchero e mescolate a velocita’ medio-alta per 8-10 minuti (si, 8-10 minuti!) fino a quando il burro da giallino diventa quasi bianco. Ora versate le uova una ad una, e continuate a mescolare per altro 5-6 minuti a velocita’ medio-alta; il composto dovra’ diventare chiaro e spumoso. Se inizia a coagularsi aggiungete qualche cucchiaio della farina che avrete gia’ setacciato.

Adesso versate la farina, il cacao ed il bicarbonato, un poco alla volta, alternando col latte. Mescolate quanto basta per amalgamare il composto, ma non un secondo di piu’. Versate nella teglia e cuocete per 30-35 minuti. Fate la prova dello stecchino per vedere se e’ pronto.

Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Dolci e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Un semplice torta al cacao

  1. Valentina ha detto:

    Ciao Giulia 🙂 Che bella deve essere stata questa scampagnata, le foto sono magnifiche! E che dire del dolce: semplice ma delizioso! Lo proverò! Tu sei sempre una garanzia 🙂 Un bacione e complimenti 🙂

  2. tiziana ha detto:

    ogni tanto una torta semplice e soffice si vuole, sono una bella coccola!!! mi segno proprio la ricetta perchè in effetti ogni tanto mi piace trovare un’altrenativa al pan di spagna!!! un bacione giulia

  3. ideeintavola ha detto:

    Mmm Complimenti per questa torta, semplice, ma proprio golosa!!! Ma che dici, se non ho la planetaria, devo calcolare gli stessi tempi con le fruste elettriche??? Ciao, Sonia 🙂

    • Giulia ha detto:

      Ciao Sonia! Forse un po’ meno visto che le fruste tradizionali incorporano piu’ aria delle fruste piatte. Pero’ non l’ho mai testato perche’ ho solo la planetaria quindi, avendo la scelta di fruste da attaccare, uso sempre quelle piatte per gli impasti di questo genere.

  4. supercaliveggie ha detto:

    Interessante la storia della Pound Cake e buonissima questa torta cioccolatosa! Baci, Cali girl 🙂

  5. accantoalcamino ha detto:

    Che meraviglia questa visita, sai già che mi piacerebbe da matti poter andare in quel posto, sono nel periodo “retrò” 😉 La torta “retrò” è alla mia portata e la farò, buona notte? (devo aggiornarmi sul fuso orario).

  6. ciao giulia! hai ragione, le cose semplici hanno il sapore di altri tempi. Mi considero un pò una tradizionalista per natura, e le ricette di casa mia sono tutte un pò “retrò” rispetto a quelle che si leggono su altri blog. Per esempio questa mattina avrò a che fare con la torta Pasqualina per l’MTC, e poi con altre ricettine sempre molto “d’altri tempi”. 🙂 però è bello riuscire a fare dei tuffi nel passato, anche quando la moda ci porta su altri lidi. Perchè l’importante non è essere alla moda, ma essere se stessi! E se tu avevi voglia di una torta così, che secondo me è golosissima, era perchè in quel momento ti sentivi così! Un bacino, Sere

  7. Io sono nel trip delle torte al cioccolato, questa finisce diretta nella lista da quelle da preparare (insieme al tuo cheesecake alla zucca che mi ha stregato..) Buon w/e

  8. UnaZebrApois ha detto:

    sai che non lo ho mai provato? Mi ripeto sempre di farlo, ma poi puntualmente mi scordo!E dire che è una ricetta così “ricordabile” :DDD
    Dopo aver visto il tuo voglio proprio mangiarmelo per bene, e già che ci sono voglio fare sia la versione bianca che quella al cacao!In una volta solo, così, mi tolgo tutti gli sfizi ^.^

  9. Ciao! Sono arrivata a te tramite Doretta, e per fortuna! mi sarei persa questa delizia incoronata da una presentazione molto suggestiva! è da provare! grazie, Laura
    ps.ti seguo da oggi 😉 passa da me se ti va 🙂

  10. Un meraviglioso tuffo nel passato … mi sembra il Greenfield Village vicino Detroit che ho visitato in uno dei viaggi negli States con mio marito … col cioccolato ci s’indovina sempre e poi la Poun Cake lì è un’istituzione ! 🙂

  11. … ovviamente parlavo della POUND CAKE … 😉

  12. Cinzia ha detto:

    Complimenti per il tuo bellissimo blog! Bellissime le foto del tuo giretto tra il passato americano!! la torta sarà semplice ma sempre molto buona!! un saluto e buona domenica:-)

  13. zonzolando ha detto:

    La macchina sgranapannocchie la voglio pure io ehhehe mi piace troppo. Come mi piace tanto il tuo dolce, il cioccolato è da urlo!!! Bacioni

  14. Cla ha detto:

    ciao Giulietta bedda duci e zuccherata, sempre pronta a raccontarci d’America e di altre storie, tipo trucchetti del mestiere in cucina *_* Grazie sempre e grazie assai!
    allora questo pargolo c’è stato in cucina? Ahahahahah!
    baciuzzi e a presto!
    Cla

    • Giulia ha detto:

      Il pargolo e’ SEMPRE in cucina e anche sul set quando faccio le foto! Devo sempre fare tutto di corsa prima che inizi a fare un disastro! Devo pensare a qualcosa di semplice da fargli fare per il tuo contest!
      abbraccio
      G

  15. Maurizia ha detto:

    Insuperabili le tue torte!
    Bye
    Maurizi

Tu che ne pensi? Dimmi, dimmi !!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...