Dolci regionali: Mississippi Mud Pie

crostata cioccolato e budino

Questo dolce non e’ buono: e’ buonissimo. Cosi’ buono infatti che dopo averlo assaggiato, mio marito ed io lo abbiamo ri-assaggiato. Infine, a forza di assaggi, non abbiamo cenato. Si, perche’ non e’ che sia dei piu’ leggerini; di certo e’ uno dei piu’ appetitosi che abbia mai fatto. Super-cioccolatoso. I quattro strati includono: una base di torta al biscotto al cioccolato (crosta), un dolce senza farina cotto dentro la base, un budino al cioccolato spalmato sopra il dolce e per finire uno strato di panna. Wow!  Attenzione! Questa non è una realizzazione facile e veloce. Data la complessita’ e la laboriosità suggerisco questa torta solo a chi ha abbastanza tempo da dedicare. I vostri amici si stupiranno che l’avete fatto voi!

Questo articolo inizia la serie di blog posts riguardanti i dolci regionali degli Stati Uniti. Questo viene comunemente chiamato Mississippi Mud Pie (Dolce al fango del Mississippi) anche se in realta’ l’origine e’ dubbia. Alcune fonti danno per certo che venga, appunto, dallo stato del Mississippi. Altre invece dicono che sia stato inventato in California e sia stato chiamato con tale nome perche’ nel Mississippi c’e’ tanto fango lungo il fiume! Tutte concordano comunque che e’ un dolce che viene dal sud.

Vaghe sono anche le notizie su chi lo ha inventato. Molti storici della alimentazione sono d’accordo sul fatto che la ricetta sia di origine casalinga e non professionale e probabilmente realizzata negli anni ’60/’70.  Alcune ricette che ho trovato usano il budino istantaneo e coprono il dolce con il marshmallow fluff, una crema bianca a base di marshmallow che si compra gia’ pronta. Col tempo pero’ i professionisti hanno creato versioni piu’ raffinate che attualmente vengono servite anche nei ristoranti di lusso.

Ed ecco la ricetta che ho scelto per voi (e anche per me). L’ho adattata da quella di Martha Stewart; e’ una ricetta di quelle un po’ piu’ sofisticate, il budino fatto da zero, il dolce fatto con la meringa… insomma mi ci sono volute parecchie ore per farlo ma ne e’ valsa la pena. Consiglio di preparare i primi due strati il giorno prima, visto che devono essere refrigerati per tre ore. Usate anche un cioccolato scuro di qualita’ che fa la differenza.

INGREDIENTI:

Per la crosta di biscotti
  • 450 gr di biscotti tipo Ringo al cioccolato
  • 75 gr di burro sciolto
Per il dolce al cioccolato
  • 65 gr di burro
  • 175 gr di cioccolato fondente di buona qualita’ (meglio 60%-70% di cacao)
  • 10 gr di caffe’ istantaneo in polvere
  • 50 gr di caffe’ espresso forte, a temperatura ambiente
  • un pizzico di sale
  • una fialetta di odore di vaniglia
  • 6 uova a temperatura ambiente (separate i tuorli dalle chiare)
  • 200 gr di zucchero
Per il budino al cioccolato
  • 170 gr di zucchero
  • 60 gr di cacao scuro in polvere – non dolce
  • 35 gr di amido di mais
  • un pizzico di sale
  • 4 tuorli
  • 610 gr di latte
  • 50 gr di burro
  • una fialetta di odore di vaniglia
  • 90 gr di cioccolato fondente di buona qualita’
Per la copertura alla panna
    • 2 cucchiai di zucchero
    • 300 gr di panna da montare

PROCEDURA:

Accendete il forno a 150°C. Imburrate una tortiera e coprite il fondo e i lati con la carta da forno. La ricetta specificava una tortiera di ca. 23 cm, io ho usato quella di ca. 25 cm e ha funzionato bene comunque.
 
Per la crosta di biscotti: tritate finemente i biscotti nel frullatore, aggiungete il burro fuso fino ad ottenere un composto omogeneo. Versatelo nella tortiera e premete uniformemente sul fondo e sui lati con un cucchiaio. Lasciate la crosta in frigo per 10 minuti, poi mettetela in forno e cuocete per 10 minuti fino a che non risulti secca al tatto. Lasciate raffreddare.
 
Aumentate la temperatura del forno a 175°C.
 
Per il dolce al cioccolato: mettete il burro e il cioccolato in una ciotola e scioglieteli a bagnomaria tenendoli sopra l’acqua che bolle, ma facendo in modo che la ciotola non tocchi l’acqua. Metteteli da una parte. Mescolate il sale, il caffe’ in polvere, il caffe’ e l’odore di vaniglia. Mettete anch’essi da una parte.
 
In una ciotola capiente, con la frusta elettrica montate i tuorli con meta’ dello zucchero, ci vorranno circa 5 minuti. Diventeranno piu’ chiari e aumenteranno di volume. Aggiungete la cioccolata sciolta, mescolate, poi aggiungete il miscuglio di caffe’ e amalgamante a velocita’ bassa per 5 minuti.
 
Montate le chiare in un recipiente separato e aggiungete lo zucchero rimanente. Mescolate i due composti versando poco a poco il primo nel secondo. Amalgamate quanto necessario con un cucchiaio. Versate subito nella tortiera, sopra la crosta della torta.
 
Cuocete in forno per una quarantina di minuti. Il dolce si sgonfiera’ al centro mentre si raffredda. Quando ha raggiunto temperatura ambiente copritelo e mettetelo in frigo per almeno tre ore.
 
Per il budino al cioccolato: in una pentola mescolate lo zucchero, il cacao, il sale e l’amido di mais. Aggiungete i tuorli ed amalgamate lentamente e, mescolando costantemente con la frusta,  aggiungete il latte. Accendete il fuoco e portate ad ebollizione sempre mescolando. Bollite per 30 secondi poi versate il budino in una ciotola grande ed aggiungete il burro, il cioccolato e l’odore di vaniglia, incorporando tutti gli ingredienti. Coprite con la plastica da cucina in modo che non formi la crosticina mentre raffredda. Lasciatelo raffreddare in frigo per almeno 3 ore, poi spalmatelo sul dolce gia’ pronto.
 
Per la panna: montate la panna per circa un minuto, aggiungete lo zucchero e mescolate bene. Versate sulla torta.
Annunci
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Dolci, Pies e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Dolci regionali: Mississippi Mud Pie

  1. Alessandra ha detto:

    L’ho fatta anche io semplicemente divina, anche se il budino mi e’ venuto un filo piu’ morbido rispetto a come lo vedo nella tua foto, ma devo dire che nessuno se ne e’ accorto.. ,, se la sono mangiata dicendo : “beh si pero’ calorica”.. pero’ dovevi vedere come mangiavano 😀 😀
    Presto la pubblico sul mio blog cosi vedi …
    Grazie Alessandra

  2. crostatadifrutta ha detto:

    Questo dolce non è buono …. è buonissimo, dicevi all’inizio della ricetta e posso solo confermarlo: come tutte le tue torte provate finora è sparita in un lampo….. hai voglia a fare le fette piccole.
    Volevo mi spiegassi perché il recipiente dove sciolgo il cioccolato a bagnomaria non deve toccare l’acqua: che differenza fa.
    Ho fatto anche i biscotti ‘gufo’ del contest di Halloween: sono venuti bene, non splendidi come quelli originali ma bene. In compenso la pasta frolla era davvero deliziosa.
    Non sono ancora entrata nell’ottica di fotografare le mie produzioni e quindi spesso mi dimentico: come stavolta, mi spiace. Ma mi rifarò sicuramente. A presto

    • Giulia ha detto:

      Ciao Lidia, ti ringrazio nuovamente, sei cosi’ gentile a farmi sapere come vengono fuori questi dolcetti al di fuori della mia cucina! Devo ancora rifare lo whiskey cake (e’ un periodo un po’ pieno, non so quando avro’ tempo) ma e’ sulla mia lista delle cose da fare. Per quanto riguarda il cioccolato, se la ciotola tocca l’acqua bollente c’e’ il rischio che la temperatura diventi troppo alta per il cioccolato, per cui si potrebbe rovinare o anche bruciare un po’. Il cioccolato dovrebbe davvero sempre essere sciolto il piu’ lentamente possibile.
      Se mai ti ricordi di fare le foto delle tue creazioni, mi farebbe proprio piacere vederle.
      Ti ringrazio di nuovo e buone feste!

Tu che ne pensi? Dimmi, dimmi !!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...